La piattaforma Cloud Computing di Microsoft, che è del tipo Application/Platform (Saas/PaaS), ha una interessante servizio, SQL Data Service (SDS), rappresenta un database relazionale cloud-based sviluppato con la tecnologia dell’ SQL Server 2008 di cui consiglio di vedere la presentazione in silverlight.

sqlserver2008

Mediante l’ SDS è possibile facilmente usare un database relazionale RDBMS (quale SQL Server) approfittando dei vantaggi della distribuzione globale dei datacenter di Microsoft destinati allo sviluppo del progetto Azure , pertanto availability, scalability e security.

SQL Data Service Features

  • Creating, accessing and manipulating tables, views, indexes, roles, stored procedures, triggers and functions
  • Insert,Update, and Delete
  • Constraints
  • Transactions
  • Temp tables
  • Query support
  • Basic functions (aggregates, math, string, date/time)
  • A subset of the existing SQL built-in stored procedures and system views
  • Ado.Net
  • ODBC
  • PHP
  • Support for running SQL configuration scripts via SQLCMD and SQL Query Analyzer from within SQL Server Management Studio
  • Support for Visual Studio and SQL Server Management Studio
  • Support for SQL Server Management Studio, SQL Server PowerShell and programmatic access via SQL Server Management Objects (SMO)
  • Support for friction free provisioning of Logical Servers and Databases through the SQL Data Services account portal
  • SDS supports the SQL authentication modelRedundant copies of user database
  • User authenticated by standard SQL logins
  • Login map to user inside the database
  • Current SQL USER and ROLE mechanisms continue to work with the database. GRANT/DENY/REVOKE permissions of SQL objects to USER/ROLE
  • Redundant copies of user databases for fast failover and high availability in case of failure
  • Automatic load balancing for optimal resource utilization and performance
  • Scale out with multiple databases and partition-aware application
  • Automatic system backup for data protection
  • A subset of existing SQL manageability facilities will be available

Come si è potuto notare dall’elenco delle features, è come avere installato un proprio server di rete database SQL Server ed amministrarlo con i soliti strumenti di sempre (Management Server, SQL Analyzer,Visual Studio) usare tutte le feature classiche di un SQL Server (functions, views, stored procedures, tables, indexes. transactions,etc), ma con la potenza e l’affidabilità di una infrastruttura scalabile di una Cloud Computing.

azure

Ovviamente non è pensabile di usare questo servizio senza appoggiare le nostre interfacce SW agli altri servizi di Windows Azure come il .NET Services perchè le lantenze di internet farebbero perdere i vantaggi di usare un RDBMS Cloud Based, mentre stando negli stessi datacenter con connettività dedicata, si  ha il massimo vantaggio in performance.

Per ora il servizio è limitato per ogni utente ad un database di massimo 10GB, che non è poco, il modello di pagamento è quello classico a consumo.

E’ sicuramente un servizio molto professionale e si pone all’avanguardia tra gli attuali servizi database in Cloud, sarebbe da testare per grossi portali con molto traffico.