“La tecnologia evolve a ritmo serrato e i nostri clienti hanno bisogno di attenzione ai dettagli, quindi perché non creare servizi ad hoc per ogni esigenza?”.

A parlare è Ariel Kelman, vicepresidente marketing globale di Amazon Web Service. Nella scintillante Las Vegas è calato il sipario sul re:Invent 2018 durante il quale Aws, colosso del Cloud Computing, ha annunciato molte novità che riguardano la robotica, l’intelligenza artificiale, la blockchain e il cloud storage. Un evento da far tremare le vene ai polsi… ai competitor ovviamente!

La varietà di servizi e funzioni che Amazon mette a disposizione sulla propria piattaforma è strabiliante. “Amazon Web Services ha annunciato così tanti nuovi servizi che ci vorranno anni per provarli tutti”, scherzano tecnici e addetti ai lavori.
Uno dei servizi più importanti riguarda l’hardware ed è AWS Outpost, ovvero la possibilità di avere in azienda un pezzo del cloud di Amazon, con tanto di hardware identico a quello usato nei database grazie alla collaborazione con VMWare.

Poi c’è Managed Blockchain il servizio che semplifica la creazione e la gestione di reti blockchain scalabili attraverso l’utilizzo delle piattaforme open source Ethereum e Hyperledger Fabric. “Non eravamo ancora pronti ma questo era il momento”, ha detto il CEO di Aws Andy Jassy durante la presentazione. Così si potranno creare reti su più account AWS per supportare migliaia di applicazioni e milioni di transazioni al giorno. E legato alla blockchain è anche Quantum Ledger Database, un database autogestito, inalterabile e crittograficamente verificabile per libri contabili.


Per quanto riguarda, invece, l’intelligenza artificiale è stato annunciato lo strumento che in tanti sognavano: Amazon Textract. Questa funzionalità consente di estrapolare testo e dati da qualsiasi documento scansionato, riconoscendo colonne, tabelle e immagini.
E che dire del machine learning? I riflettori si sono puntati su Amazon SageMaker che consente alle aziende di implementare modelli di apprendimento automatico senza grosse barriere d’ingresso, con oltre 150 algoritmi diversi pronti all’uso grazie ad AWS Marketplace.


Infine, vi vogliamo parlare di un gioiellino che ha fatto il giro dei notiziari di mezzo mondo: DeepRacer, l’automobile autonoma, intelligente in scala 1 a diciotto acquistabile su Amazon.com per circa 400 dollari con annesso campionato mondiale aperto a sviluppatori e non solo. Quando hanno chiesto a Andy Jassy se pensa che nel futuro Aws produrrà sempre più oggetti fisici anziché intangibili, il Ceo ha risposto risoluto: “Non credo proprio che il cloud sia qualcosa di intangibile”. Dunque, prepariamoci alle novità.


Bene, fino a qui vi abbiamo portato (almeno con l’immaginazione) in Nevada ma ora è il momento di tornare all’ombra del Vesuvio e di darvi una bella notizia.

Vogliamo invitarvi all’AWS re:Invent.local.Napoli che si terrà il 13 Febbraio dalle 18:00 alle 20:30 a Città della Scienza durante il quale insieme con Danilo Poccia, Principal Evangelist Serverless di Amazon Web Services EMEA, ci concentreremo sulle ultime novità presentate da Aws a Las Vegas.

Ci teniamo molto per vari motivi. Innanzitutto perché si tratta del primo evento, dopo tanti anni, dell’AWS User Group di Napoli. E poi perché l’AWS User Group partenopeo, (tra i primi a essere stato fondato in Europa ndr), è opera del nostro Fabio Cecaro, Ceo di VMEngine che non ha mai smesso di studiare e di credere in un futuro migliore.

Riserva il tuo Ticket per AWS re:Invent Napoli

Share This