Il Tech Day of Pink è l’iniziativa globale dedicata a sensibilizzare e mobilitare la comunità tecnologica: ecco come è andata.

Ottobre è stato il mese della prevenzione e della lotta al tumore al seno e Amazon Web Services ha preso parte al , un’iniziativa globale dedicata a sensibilizzare e mobilitare la comunità tecnologica per aiutare ad aumentare la consapevolezza e lo studio del carcinoma mammario.

L’evento

Il colosso del Cloud, dunque, ha partecipato all’evento aderendo alla campagna annuale delle Estée Lauder Companies (ELC) per aumentare la consapevolezza e le donazioni per la Breast Cancer Research Foundation

Il 2020, pur essendo un anno destinato a essere ricordato in eterno per la dura lotta al Covid-19 e tutte le sue drammatiche conseguenze, ha visto il nascere di iniziative benefiche online volte alla sensibilizzazione e soprattutto alla lotta. Questo è proprio il caso del Tech Day of Pink che per ogni post pubblicato durante lo scorso mese con l’hashtag #TimeToEndBreastCancer che #ELCdonates su Instagram o Facebook, Estée Lauder ha donato ben 25 dollari alla Breast Cancer Research Foundation, fino ad arrivare a 100.000 dollari.

“In Amazon siamo ossessionati dai clienti. Pensiamo in grande e siamo al fianco dei nostri clienti per aiutare a risolvere grandi problemi. Ciò include il supporto alle organizzazioni che fanno la differenza e iniziative come il Tech Day of Pink”, ha affermato Rachel Thornton, vicepresidente marketing di AWS. “Siamo molto entusiasti e ispirati dai nostri partner e dal lavoro innovativo che stanno svolgendo utilizzando AWS per supportare la lotta in corso contro questa malattia”.

I dati

 Stando ai dati del ministero della salute, tra le donne, il tumore più frequente è quello della mammella, rappresentando il 30% di tutte le neoplasie, seguito da quello del colon-retto (12%), polmone (12%), tiroide (5%) e corpo dell’utero (5%). Basti pensare che, secondo i dati Istat, nel 2016 ha rappresentato la prima causa di morte per tumore nelle donne, con 12.760 decessi.

La prevenzione dei tumori nella donna prevede l’esecuzione di 3 screening ed è una delle priorità del Piano Nazionale della Prevenzione 2014-2018.

Come fare

La prevenzione è fondamentale. Secondo dati raccolti dal ministero della Salute, lo screening per la diagnosi precoce del tumore mammario si rivolge alle donne di età compresa tra i 50 e i 69 anni e si esegue con una mammografia ogni 2 anni.  In alcune Regioni si sta sperimentando lo screening tra i 45 e i 74 anni (con una periodicità annuale nelle donne sotto ai 50 anni) I programmi organizzati di screening prevedono che l’esame venga eseguito visualizzando la mammella sia dall’alto verso il basso che lateralmente. Una maggiore accuratezza nella diagnosi si ottiene con la valutazione della mammografia effettuata separatamente da 2 medici radiologi. In caso di un sospetto, al primo esame seguono approfondimenti e, se necessario, il trattamento chirurgico. Negli ultimi anni proprio il rilievo di cancri circoscritti ha consentino di ricorrere alla chirurgia conservativa (quadrantectomia).  Più del 57% delle donne invitate accetta questa opportunità di salute (anche se in modo difforme tra le varie aree del Paese) .

L’impegno di Aws

Come molti sanno, da parecchio tempo, Amazon Web Service lavora nell’ambito della ricerca nella medicina e la cura al cancro è uno di questi. Shez Partovi, Medico e Direttore Healthcare & Life Sciences in AWS, spiega cosa può fare la tecnologia quando si mette al servizio della medicina e qual è il potenziale con alcuni esempi di applicazioni nella vita reale. “Pensate a una chiave come a un farmaco, e la serratura come a un cancro. I ricercatori cercano di trovare la chiave giusta per una particolare serratura: una molecola di farmaco che interagisce con un particolare recettore del cancro. Ed è proprio qui che entra in gioco la capacità di calcolo”. Un grande esempio di questo salto di qualità nell’accelerare la scoperta di un farmaco è dato da uno dei partner di Amazon Web Services (AWS): “Numerate”.

Utilizzando migliaia di modelli di machine learning “Numerate” è stata in grado di esaminare 128 milioni di molecole, cercando le poche che potevano aiutare a curare la malattia cardiaca che stavano studiando. Numerate ha applicato l’equivalente di “computing muscle” di un singolo processore ad alte prestazioni per 1.000 anni in soli 12 mesi. E ha scoperto 69 candidati al farmaco che sono stati in grado di andare avanti con gli studi clinici. 

 

Potenza di calcolo e medicina

 Un buon esempio di utilizzo della potenza di calcolo di Amazon Web Service per la medicina di precisione si trova nella società biotecnologica “born-in-the-cloudModerna. Probabilmente non vi suonerà come nuova e ne avete già sentito parlare nei notiziari per lo sforzo di trovare un vaccino per il Covid-19. Le stesse tecniche che Moderna sta usando per esaminare il virus che ha causato la pandemia sono applicate ad altre malattie, tra cui i vaccini personalizzati contro il cancro e le cure per le malattie rare. 

Share This