E’ stato un Black Friday da dimenticare? Gli utenti non riuscivano a navigare sul tuo sito di e-commerce? Se vi siete chiesti perché il venerdì nero dello shopping è stato un flop siete nel posto giusto. Vi daremo qualche numero per farvi capire quanto l’appuntamento d’oltreoceano più atteso abbia  influenzato anche i consumi anche nel vecchio continente.

Basti pensare che nelle prime sette ore del 24 novembre, i clienti hanno acquistato più di 24.000 prodotti per quanto concerne il settore casa ed oltre 20.000 relativamente al mondo informatico. Numeri difficili da immaginare per chi è abituato allo shopping classico.

Se non si è adeguatamente aggiornati circa le strutture aziendali, è difficile valutare dei meri dati statistici provenienti dalle prime indiscrezioni ufficiali. Fatto sta che un dato è certo: il Black Friday ha provocato una vera e propria corsa alle offerte come non la si è mai vista in Italia relativamente agli acquisti online. Ecco i prodotti più venduti: spazzolini elettrici ricaricabili Oral-B PRO 2 2000N CrossAction, Caffè Carracci confezione da 100 capsule, iRobot Roomba 650, Harry Potter serie completa 8 DVD e ben 300.000 Chupa Chups.

 

Adesso, però, proveremo a spiegarvi cosa è andato storto. Durante la giornata è capitato a voi o ai vostri clienti di non riuscire a raggiungere il sito? Ecco, i problemi potrebbero essere due:

1) il vostro sito non è pienamente ottimizzato o integrato con i servizi del vostro Cloud Provider;

2) troppi accessi contemporanei hanno fatto sì che l’infrastruttura non riuscisse più a rispondere all’alto numero.

 

Facciamo un esempio. E’ come entrare in un supermercato affollatissimo ma alle casse c’è solo un operatore che tenta di smaltire la fila. Il vostro sito durante la giornata del Black Friday era come un negozio pieno di gente che voleva acquistare prodotti a buon prezzo ma a far pagare il conto c’era solo una commessa, per giunta impreparata.

 

La soluzione è quella di usare un Cloud Provider affidabile come Amazon Web Service di cui VMEngine è consulting reseller partner. Perché? Come vi avevamo già spiegato, è importante, per chi possiede un e-commerce, la scalabilità del sito, cioè  la necessaria elasticità per adattarsi a picchi di traffico elevati, garantendo rapidità nei tempi di risposta. Infatti, quando il vostro e-commerce raggiungerà un certo numero di visitatori avrà bisogno di maggiori risorse per gestire tutte le richieste degli utenti, così l’Elastic Load Balancing (ELB) di Aws consente di adattarsi ai picchi di traffico più elevati.

 

Detto ciò, quello che vi consigliamo è di mettervi in buone mani. Contattateci per richiedere la vostra consulenza gratuita da parte dei nostri tecnici specializzati che vi consiglieranno la soluzione che fa più al caso vostro.

 

Share This